MARNI FRAGRANCE – TODAY ONLINE

MARNIFRAGRANCE.COM

IL SITO DEDICATO AL PROFUMO MARNI

MARNI_FRAGRANCE_BOTTLE_eng

MARNI, il marchio disegnato da Consuelo Castiglioni, annuncia il lancio del nuovo sito marnifragrance.com, dedicato al profumo. Il concept nasce dall’incontro dello studio milanese Rise:on con Carolina Castiglioni e Marni_Lab, il laboratorio creativo di Marni.

MARNI_FRAGRANCE_ING_eng

MARNI_LAB / ANTICAMERA 03 / MAKING OF

DENIM 2012

MARNI WINTER EDITION DENIM 2012 / SHOP BY MOOD

ANTICAMERA 03 _ FEDERICA ARADELLI

FEDERICA ARADELLI è nata a Piacenza nel 1985. C’erano due metri di neve e tutti portavano i moonboots.
Saltando con un certo sollievo il racconto degli anni bui dello sviluppo, la troviamo Laureata in Design della Moda al Politecnico di Milano nel dicembre del 2009 (non si vedeva un inverno così dal 1985). Riscopre quindi l’amore per il disegno, un antistress naturale, e si sfoga sul retro dell’attestato di laurea spendendo un sacco di soldi in pennarelli neri punta 005/01/02. Si firma con 13 stanghette, perché sì.

www.everyonepeesintheshower.com
everyonepeesintheshower.tumblr.com

CLICK TO VIEW ANTICAMERA 03

DENIM 2012

MARNI DENIM 2012 SHOP BY MOOD

ANTICAMERA 03 _ SILVIA GHERRA

SILVIA GHERRA (Milano 1981) è illustratrice e progettista grafica. Ha studiato e lavorato tra Birmingham, Londra e Barcellona, oggi il suo studio è a Milano. I suoi progetti comprendono spesso elementi di stampa, legatoria e composizione analogica su carta. Dal 2006 lavora come consulente e art director per diverse realtà editoriali, industriali e didattiche spesso legate all’arte e alla cultura.
Tra i suoi clienti: Mondadori. Condenast, La Repubblica – Gruppo Editoriale L’Espresso, Studiolabo ,Johan & Levi editore, Museo Poldi Pezzoli, Triennale Design Museum, Rottapharm|Madaus, Arengario e Serrone della Villa reale di Monza, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, Tearose
Collabora per interventi e workshop con la Facoltà del Design del Politecnico di Milano.

www.silosilo.com

CLICK TO VIEW ANTICAMERA 03

ANTICAMERA 03 _ CRISTINA DEL BUONO

Cristina del Buono insieme a Stefania Casacci fonda Dissociate, uno studio di design e comunicazione visiva con sede a Milano. Dissociate nasce con molteplici intenti ed interessi, ma presto concentra tutte le sue energie su un unico grande progetto: Sartoria Vico | design to wear, una linea di abiti pensati e disegnati per il corpo e realizzati in maglieria made in Italy. Oggi lo studio Dissociate, oltre ad essere cuore e cervello di Sartoria Vico, di cui crea le linee, cura la comunicazione e ne definisce confini e possibilità evolutive, si occupa anche di progetti esterni: design di abiti in tutte le possibili declinazioni, comunicazione, illustrazione. La cultura di progetto è il terreno comune su cui si incontrano e si confrontano personalità diverse e complementari.

www.dissociate.it

CLICK TO VIEW ANTICAMERA 03

MARNI AT SELFRIDGES _ LONDON

MARNI AT SELFRIDGES ( LONDON ) open August 2012

MARNI _ FW 12/13 FASHION SHOW

COLLEZIONE AUTUNNO/INVERNO 2012-2013

Controllo e precisione; una compostezza asciutta, ma carica di tensione. La collezione Marni a/i 12/13 ha un senso grafico: linee pure, volumi decisi. Come seguendo un piano architettonico nella successione delle parti, gli outfit hanno un piglio costruttivista, puro nei profili, intenso al tatto. Le forme sono nette; con la sua densità e intensità il colore è usato come elemento costruttivo; l’opulenza ha un tono misurato; la pelliccia punteggia la tessitura visiva, alterando sottilmente gli equilibri. Il risultato è fermo, insieme sobrio e fuori registro.

La silhouette è pulita e precisa, al ginocchio, dalla vita scivolata. Ricorre una idea di abito come architettura. Cappe dal profilo esatto creano un alone fermo intorno al corpo. Il decoro diventa costruzione, in un gioco di pesi e di texture: colli arrotondati di pelliccia sono poggiati su cappotti di pelle, o indossati come collane; pannelli di visone e feltro di lana ricreano la severità di un cappotto maschile. Ricorre un’idea di grazia e di rigore: il collo è sempre coperto; top di broccato indossati su pantaloni coordinati sono severi e sontuosi; giacche a stola fermate in vita avvolgono e proteggono. Le stampe sono usate come accento: un solo fiore, macro; jacquard papiro e broccato oro; la pelliccia è lavorata a intarsio per ricreare il pattern del tweed o di un rigato bianco e nero. Gli abiti da sera hanno una forma scultorea, arrotondata sui fianchi, accentuata da fitti ricami di gusto meccanico. Medaglioni di metallo dorato con applicazioni e broche in strass dagli elementi fiorati percorrono le scollature come decorazione: il bijou diventa parte integrante dei capi.

La palette di note avorio, carminio, azzurro è rotta da tocchi di rosa, biscotto, tabacco, nero e zafferano. I tessuti hanno una mano ferma: double-face di seta e lana, lurex jacquard, crepe di lana. Vernice e pitone aggiungono peso e presenza.

Gli accessori includono scarpe kabuki di velluto con punte di metallo oro e platform di lacca in velluto con piping oro. Le borse hanno una presenza geometrica: modelli rettangolari con manico curvilineo e piccola tracolla, bauletti ad intarsio, borse di rete di pelle dal profilo rigido. Gli occhiali da sole sono oversize o undersize.

ANTICAMERA 3 _ ALESSANDRO C. BUSSENI

Alessandro C. Busseni (Lecco, 1980)
Si occupa di comunicazione a 360°. Negli anni ha collaborato con Interaction Ivrea, Interactiondesign-Lab, Hearst Lifestyle Media, Leftloft, Domus Academy. In qualità di small problems solver, cura i progetti speciali di EdizioniZero. Tiene corsi e workshop in Naba, Ied e Politecnico di Milano. Dal 2009 è docente di Disegno per la Progettazione alla Scuola di Design di Naba. C. sta per Cicciapalla, il nickname con cui firma illustrazioni per magazine ed editoria. Nel tempo libero si dedica a performance e videoinstallazioni con il nome di minimum.
www.cicciapalla.com
www.mnmm.biz